RSS

Eccellenza: la Vea FemiCZ-Rovigo si aggiudica il derby contro i campioni del Marchiol Mogliano Veneto per 26-5

La VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta continua a mietere vittorie: al Battaglini, contro i Campioni d’Italia del Marchiol Mogliano ha vinto 26-5.

Le due mete segnate da Billy Ngawini e l’ottima prova al piede di Mirco Bergamasco hanno designato il trionfo dei rossoblù. Il primo tempo inizia con le due squadre agguerrite, vogliose di conquistare subito punti utili e con i rossoblù nella metà campo avversaria per quasi tutti i 40 minuti. Bisogna aspettare, però, ben 18 minuti prima di veder esultare le tribune pienissime del Battaglini: Bergamasco non fallisce il primo piazzato fischiato dal giudice di gara. Il centro rossoblù ripete l’impresa poco dopo, al 27′, quando l’arbitro estrae il cartellino giallo contro Ceccato, cambiando poi la punizione e facendo uscire inveve Bocchi per 10 minuti. Al secondo piazzato di Bergamasco ne segue uno di Basson da 55 metri: è 9-0 il risultato con cui si chiude la prima frazione di gioco. Si susseguono le mischie nell’avvio del secondo tempo, fino a quando l’arbitro fischia un giallo contro Frati. In superiorità numerica, al 13′, Mogliano riesce a superare la linea di meta con Galon ma Fadalti fallisce la trasformazione: sono i primi, e gli unici, punti per gli ospiti. La partita, poi, è di marca rossoblù: la prima meta di Ngawini (trasformata da Bergamasco) arriva al 26′ grazie ad una bella azione corale. Girandola di cambi e si arriva agli ultimi minuti del match, con Bergamasco che non fallisce l’ennesimo piazzato e al 42′ la seconda meta dell’ala rossoblù Ngawini, anche questa trasformata. Al Battaglini il match contro i Campioni d’Italia si chiude quindi sul 26-5.

Questa l’analisi di coach Filippo Frati alla fine del match: “Abbiamo battuto i Campioni d’Italia e ci ritroviamo qui rammaricati perché con un arbitraggio più oculato e più attento la partita sarebbe potuta finire con un altro risultato. Grazie al pubblico, veramente il sedicesimo uomo in campo, e ai ragazzi che hanno dato il massimo per tutta la durata del match”.

“La touche oggi è stata perfetta, frutto di studio attento durante la settimana – gli fa eco il collega Andrea De Rossi – Abbiamo subito un paio di mischie ma nel complesso è andata bene, tralasciando certe scelte arbitrali. Oggi c’è stata troppa confusione ma il problema è generale, in tutta Italia deve cambiare lo spirito: deve esserci voglia di lasciare due squadre giocare. Complimenti e grazie al pubblico, all’entusiasmo e alla voglia che tutti ci hanno messo per arrivare a questa vittoria”.

Edoardo Lubian, man of the match: “Sapevamo che era una partita difficile, contro i Campioni d’Italia. Oggi ha vinto la difesa, il premio del man of the match va a tutta la squadra perchè il sistema difensivo ha funzionato per tutta la partita. Sono stati molto fisici nei punti d’incontro, ma sapevamo che il match sarebbe andato così. Ce l’abbiamo messa tutta e siamo stati dominanti nelle fasi statiche”. Soddisfatto anche Billy Ngawini: “Ho ricevuto due buoni palloni da giocare, per cui è stato molto importante il lavoro degli avanti prima e il passaggio di Rodriguez che mi ha messo nella condizione di fare le mete. Se Bortolussi avesse ricevuto gli stessi palloni sarebbe andato in meta ugualmente”.

Il tabellino: Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 2 novembre, ore 15.00

Eccellenza, V giornata

Vea-FemiCZ Rovigo v Marchiol Mogliano 26-5

Marcatori: p.t. 18′ cp. Bergamasco (3-0); 27′ cp. Bergamasco (6-0); 34′ cp. Basson (9-0); s.t. 13′ m. Galon non tr. Fadalti (9-5); 26′ m. Ngawini tr. Bergamasco (16-5); 40′ cp. Bergamasco (19-5); 42′ m. Ngawini tr. Bergamasco (26-5)

Vea-FemiCZ Rovigo: Basson; Bortolussi (22′ st. Ragusi), Bergamasco, Van Niekerk (28′ st. McCann), Ngawini; Rodriguez, Frati (28′ st. Calabrese); Ferro (35′ st. Zanini), Lubian E., Folla; Montauriol, Boggiani (27′ st. Maran); Roan (32′ st. Borsi), Mahoney (cap) (35′ st. Gatto), Quaglio (32′ st. Balboni). All. Frati/De Rossi

Marchiol Mogliano: Galon (30′ st. Boni); Onori (19′ st. Meggetto) (26′ st. Onori), Ceccato E., Bacchin, Fadalti; Cornwell (10′ st. Maso), Lucchese; Halvorsen, Candiago E. (cap), Ceccato A. (10′ st. Padovani); Swanepoel, Bocchi; Ravalle (24′ st. Ceglie), Gianesini (22′ st. Gega), Costa-Repetto. A disp.: Meggetto, Lazzaroni, Endrizzi All. Mazzariol

arb. Spadoni (Padova)

g.d.l. Falzone (Padova), Marchesin (San Donà) quarto uomo: Favero (Treviso)

Cartellini: 25′ pt. giallo Bocchi (Mogliano), 9′ st. giallo Frati (Rovigo), 16′ st. giallo Costa Repetto (Mogliano), 45′ st. giallo Halvorsen (Mogliano)

Man of the match: Lubian E. (Rovigo) Calciatori: Bergamasco (Rovigo) 4/5; Basson (Rovigo) 1/2; Fadalti (Mogliano) 0/2

Note: giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. Spettatori 2500 circa

A cura di Ufficio Stampa Rugby Rovigo Delta

Foto: Fabio Viscardini


Your Comment